Da una fine un inizio

Introduzione: Il nome di questo blog (letteralmente afferraparole) viene dal verbo inglese "To Fetch", che ho conosciuto molti anni fa e che mi attrae perché denso di significati a seconda dei contesti. Correre ad afferrare una cosa e riportarla è il senso che ho incontrato per primo. E un “fetcher” è qualcuno che compie l’azione…

Ombra

Capita che un Fisico decida di diventare professore. Come capita che da professore ascolti le domande dei suoi studenti e si sforzi di aiutarli a cercare le risposte. Capita poi che il suo desiderio di comunicare si scontri con la difficoltà, per molti dei suoi interlocutori, di afferrare la bellezza di materie come la matematica…

Rete

Mia madre ha sempre regalato a noi bambini dei quaderni che chiamava “Quaderni degli amici”, a volte erano vere e proprie rubriche, nelle quali inserire, per titolo o per autore, i libri che leggevamo. Nel mio ci aggiungevo anche un commento per ricordarmi le sensazioni a caldo. Lo faceva con noi figli, con i suoi…

Prospettiva

Dalla parola finestre alla parola prospettiva il passo è breve, quando ci si trova a passeggiare per la cittadina toscana di Sansepolcro. La Resurrezione di Piero della Francesca può essere definita una finestra sull’aldilà e il pittore toscano è l’autore del trattato “De prospectiva pingendi”, il primo studio sistematico delle tecniche della prospettiva. L'artista, pittore,…

Finestre

Dalla mia finestra, la nebbia dissolta lascia spazio alla brina, come se si fosse appoggiata sull’erba per squarciare il cielo e mostrare l’orizzonte nella prospettiva di strati di colline sempre più oltre, fino ai contorni netti del Monte Nerone. Eccomi all’appello per l’ultimo giorno nuovo di un anno ormai vecchio e stanco, un giorno che…

Tempo: in memoria di Amos Oz

Le ore scorrono veloci verso la fine di un anno ma la densa nebbia di dicembre pone l’accento sulla stasi. È un momento di transizione, eppure in queste giornate in cui la campagna è ferma non riesco a smuovere le mie emozioni dal sentimento della perdita. Di cosa? Dei momenti memorabili che sono andati e…

Cura materna

L'amica Marilena Votta, che per me ormai è "la galassia dei libri" mi ha consegnato una poesia che è un canto dell’essere madre e dell’essere figli. È di Paul Eluard e suona così: “C’è una pianta che batte alla porta della terra ed è un figlio che batte alla porta di sua madre Ci sono…

Snodo

Divagazioni su “Lo Zen e l’arte di scrivere”, di Ray Bradbury, Edizioni Piano B (Una memorabile casa editrice grazie alla quale riscoprire il passato e ripensare il futuro) Agli amici scrittori e alle amiche scrittrici: “Ogni mattina salto giù dal letto e metto i piedi su una mina. La mina sono io. Dopo l’esplosione, passo…